Fiori leggeri

image

È stato svegliandomi che ho capito davvero cosa fosse diventata la mia vita. Come ogni mattina, svegliandomi, ho stirato le braccia, ma questa volta hanno urtato su qualcosa. Avendo gli occhi ancora opachi a causa del sonno, non sono riuscito subito a capire cosa fosse. Eri tu. Non so se me l’ha ricordato il tuo odore di mela o la tua mano sul mio stomaco, ma eri davvero tu, in carne ed ossa. Tanto ho sognato questo momento, che viverlo mi sembra un incanto, la più bella delle illusioni. Mi giro verso di te, ti sorrido. Dormi come una foglia, leggera e silenziosa. Non sono abituato ad iniziare la giornata in questo modo, forse perché è la prima volta che mi sveglio con te al mio fianco. “Ora la giornata può solo peggiorare”, penso sorridendo. È un paradosso che io stia scrivendo tanto in questo momento, perché, lo sai, non sono bravo a dire questo genere di pensieri. Assorto in questo mi vengono in mente tutte le cose che vorrei dirti e non ti ho mai detto. Penso.. Penso all’inconfondibile profumo dei tuoi capelli, che quando siamo nella stessa stanza o quando mi abbracci faccio un respiro profondo, per portare dentro di me quel profumo il più possibile. Penso ai tuoi silenziosi passi morbidi, che ti fanno sembrare una ballerina. Penso.. Penso alle tue bellissime mani fredde in primavera, ed al fatto che riscardarle mi faccia star bene. Penso ai tuoi comuni occhi color nocciola che riconoscerei tra mille, e a come si stringono crudelmente quando dico qualcosa che non dovrei. Penso al tuo sorriso materno, che mi fa venire sempre voglia di darti un bacio. Penso alla tua dolcezza e alla tua vitalità, alla tua energia e alla tua perseveranza, a tutte le tue paure e insicurezze, che vorrei tanto aiutarti a combattere. Penso all’espressione impegnata che hai mentre cerchi di indovinare l’odore dei miei capelli, ed a quella seria che hai tra un bacio e l’altro. Penso, penso, penso.. E mentre penso, tu inizi a muoverti. Chiudo gli occhi e sento che mi osservi. Mi dai un impercettibile bacio, e vedo le tue magrissime caviglie allontanarsi dal letto. Questo è il mio posto. È così che voglio vivere la mia vita.

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...