L’ultimo volo del falco

La luna mi abbraccia la schiena, sotto ad un cielo che pare aver messo stracci di nuvole solo per esaltare la bellezza delle stelle.

Vi invidio, vi invidio tutti. Cambiate opinione e stato d’animo come fossero maglioni usati, la vostra sciocchezza vi garantisce di essere attratti da tutto ciò che di stupido c’è al mondo. Vivete così alla leggera che talvolta mi sorprende non sappiate volare.
I sentimenti che provate sono di plastica. Pietà di plastica, tristezza di plastica, compassione di plastica, amore di plastica. Non vivete mai davvero, non sentite mai il vostro cuore battere.

Mi sarebbe piaciuto vivere come voi, ma io sono un falco. Voglio alzarmi da questo mare di mediocrità, voglio scappare da questo mondo di plastica. Credi che io non sappia volare? Scommettiamo?

 

Ho scelto tutto, tutto tranne il mio dolore
lo ammazzo io e non c’è niente da capire.

Annunci

2 pensieri su “L’ultimo volo del falco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...