Lacrime di sangue

Questa non è una storia triste. Forse non è neanche una storia.
Questa è la testimonianza di una persona che si costringe ad essere felice.

Invidio i cinici, invidio gli stronzi. Per loro, la differenza tra gioia e tristezza è così sottile, eppure è tanto difficile passare da una all’altra. Paradossale. Io, che custodisco tra la mia gioia e la mia tristezza un enorme universo colorato, ci metto un attimo a passare da Venere a Marte.
Cerco di stare sempre dalla parte rosea della vita, cerco di vedere il meglio in ogni situazione, in ogni persona che incontro, ma il mio ottimismo è innaturale. La mia empatia mi costringe a concentrarmi su ciò che mi rende felice, non per scelta, ma per esclusione: so cosa c’è dall’altra parte. Lo so bene, fin troppo. Ci ho vagato così tanto, così profondamente che fa un po’ parte di me,ed io di lui.
Sorrido, ma talvolta arrivano. E allora i miei sentimenti chiaroscuri si incupiscono e la mia giornata si riempie di macchie rosse…
…Lacrime di sangue.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...