Occhi di serpente

Sei accanto a me
e osservo
le tue mani lunghe
scarabocchiare
come piccoli ragni
su una tela bianchissima.

I tuoi occhi
sono
di pitone misterioso,
I miei
mentre ti guardano
ne hanno solo il colore

Eppure
quando si specchiano a vicenda
il mio sangue non si raffredda,
bolle fino alla testa
e temo che il tuo veleno
mi faccia impazzire.

La fossetta sotto al mento
che si forma mentre disegni
e pieghi la testa
e metti la lingua tra i denti
è una piscina per bambini
ma io ci sto annegando.

Mi piace starti accanto
fare finta di non guardarti
Mi piace avvicinarmi a te
e sentire alternarsi
l’odore del fumo
a quello della camomilla.

Dipingi qualcosa
sul letto
mentre ti sfili
quei calzini stupidi
ed io ti aspetto qui
immobilizzato.

Anche se
i tuoi lunghi silenzi
mentre mi scruti
mi spaventano
poi mi dai un bacio
e passa la paura.


Dormi
affusolata.
Non oso toccare
le tue squame di drago.
Sto bene.
Forse.

Annunci

2 pensieri su “Occhi di serpente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...